logo
European Weighing Industry
Newsletter Numero 9 - Dic 2016
Versión Española
Version Française
English Version

L'Assemblea Generale a Vienna

Sono già passati messi dall'Assemblea Generale che si è svolta a Vienna, ma i ricordi sono ancora vivi. Prima di tutto vogliamo ringraziare tutti i partecipanti e speriamo che si sia trattato di una piacevole esperienza, grazie al grande lavoro fatto.

Quest'anno l'Assemblea Generale ha visto una particolare attenzione alla cooperazione internazionale e per questo vogliamo ringraziare i nostri partner giunti da Cina, Giappone e USA per la partecipazione e speriamo di accoglierli ancora il prossimo anno a Milano. Siamo poi orgogliosi e onorati di avere firmato Lettere di Intenti con JMIF e CWIA che ci permettono di portare avanti la nostra cooperazione su basi trasparenti e forti.

Siamo anche felici di accogliere un membro Portoghese, il Gruppo Marques. È la nostra prima azienda come membro di e siamo felici che abbiano deciso di associarsi. Speriamo che possano trovare altre aziende disposte a collaborare per creare, in futuro, un'associazione portoghese del settore che possa diventare il membro Portoghese completo.

Infine è d'obbligo un grande ringraziamento a Hermann Sonnleitner, Peter Neusser e Maria Milisits della federazione austriaca per il loro duro lavoro fatto perché tutto l'evento fosse organizzato al meglio. Li ringraziamo per avere ospitato CECIP e per la loro grande organizzazione. Speriamo abbiate gradito l'Assemblea Generale e abbiate trovato utili informazioni e speriamo di incontrarvi a Milano il prossimo anno.

Friedrich Trosse

 

Confermata l’Assemblea Generale CECIP del 2017 a Milano



L’Assemblea Generale CECIP del 2017 è ora ufficialmente confermata per i giorni da 7 al 10 giugno 2017 a Milano. Ci auguriamo che possiate partecipare!

CECIP e Co.Me.Lab, l’associazione che ci ospiterà il prossimo anno, stanno al momento lavorando per mettere a punto l’agenda e per la scelta dell’hotel. Non appena ci saranno novità, vi infomeremo delle decisioni prese.

Sono anche in preparazione gli eventi collaterali all’Assemblea Generale. Come programma per gli accompagnatori, Co.Me.Lab ha proposto una visita del centro di Milano che porterà i partecipanti al Teatro alla Scala, alla Galleria Vittorio Emanuele e ad altri luoghi intererranti. No può mancare la Madonnina sul Duomo di Milano, con l possibilità di visitarne il tetto.

Si sta cercando di organizzare la serata di gala in una location significativa, ad esempio il Castello Sforzesco, costruito dagli Sforza quando erano Signori di Milano. Un’alternativa potrebbe essere Palazzo Mezzanotte, vecchia sede della Borsa di Milano. Entrambe le possibilità sono intriganti, vi comunicheremo presto la scelta definitiva.

Per l’escursione del sabato, infine, vorremmo cercare di portarvi a visitare il famoso Cenacolo, l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Speriamo di incontrarci il prossimo anno a Milano!

Friedrich Trosse

 

Possibili implicazioni per la “Brexit”

Di Ian Turner (UK Weighing Federation, UK)

Dopo il sorprendete risultato del referendum sulla partecipazione britannica all’UE, il Regno Unito inizia ora il lungo e complesso processo di uscita dall’UE.

La nuova Primo Ministro, Therese May, ha dichiarato che “Brexit significa Brexit” sebbene cosa realmente voglia dire non è chiaro e sarà così anche a medio termine. Quello che possiamo affermare è che la struttura legale e amministrativa del Regno Unito sarà diversa nel futuro.

In questo momento è difficile prevedere cosa ci riserverà il futuro ma è possibile anticipare alcuni degli argomenti che dovranno essere affrontati si dal Regno Unito che dall’Unione Europea nei prossimi negoziati.

È probabile che il governo britannico voglia differenziare le proprie leggi rispetto alle direttive comunitarie esistenti per dimostrare ce l’uscita dall’UE ha portato a dei cambiamenti e non è la continuazione dello status quo.

Questo inevitabilmente contrasta con le aspettative dell’industria britannica che vorrebbe mantenere le norme tecniche e le leggi il più vicino possibile a quelle degli stati membri dell’UE e a quelle con le quali lavorano da ormai molti anni. Ci sono molte Direttive che regolano tutti gli aspetti del mondo degli affari e si sera che le norme del settore della pesatura restino il più aderenti possibile a quelle che attualmente sono in vigore.

Se si ipotizza che la normativa britannica rifletta da vicino quella degli altri stati membri, sarà cruciale che il Regno Unito continui ad avere accesso a organismi notificati per l’approvazione del tipo e per la capacità di verifica di strumenti prima che essi siano messi sul mercato. Dato che solo gli stati membri o quelli che abbiano un accordo con l’Unione Europea possono avere degli ON, diventerà cruciale che il Regno Unito arrivi, durante le trattative, a questo accordo per garantire alle aziende britanniche la possibilità di continuare ad operare come in precedenza. Questa possibilità non sarà solo per il settore della pesatura e degli strumenti di misura, ma dovrà essere estesa a tutti i settori coperti da direttive sulla marcatura CE nelle quali sono implicate le aziende britanniche. Si spera che, essendo un problema fondamentale per una grande parte del mercato, venga affrontato rapidamente nei futuri negoziati.

Qualunque siano le opportunità che riserverà il futuro UK continuerà a lungo a lavorare con partner ed aziende con le quali sta lavorando da molti anni.

IMO SOLAS

Fabien Bequelin, Direttore Internazionale Trasporti AUTF

Dagli anni ’90, i trasporti marittimi sono stati l’obiettivo delle accuse delle organizzazioni ambientaliste non governative per l’inquinamento provocato dalle frequenti perdite di container in mare. L’inchiesta del Governo Britannico dopo l’incidente della MSC Napoli del 2007, ha tuttavia rilevato che, oltre alla debolezza strutturale dello scafo per danni precedenti, sono stati fattori peggiorativi, anche se non la causa dell’incidente, errori sul peso dei cargo (sia sottostimato che sovrastimati) e il cattivo posizionamento dei container a bordo, in difformità dal piano di carico.

Le organizzazioni marittime si sono basate su questi rilievi per iniziare il processo di trasferimento delle responsabilità sugli shipper che ha portato, con l’apporto di IMO, a incorporare la dichiarazione della massa lorda nella Convenzione SOLAS (Safety Of Life At Sea) e a richiedere agli stati membri di IMO, International Maritime Organisation, di rendere questo requisito obbligatorio.

L’ European Shippers’ Council, che rappresenta gli interessi in questo ambito di fabbricanti, venditori e grossisti che sono chiamati, tutti insieme, shipper, è stata coinvolta in modo importante nel processo di definizione di questo regolamento. Si è cercato di evitare obblighi sproporzionati per gli shipper che avrebbero potuto portare a meccanismi che avrebbero rallentato le operazioni di spedizione.

Il regolamento è entrato in vigore il 1° luglio 2016 e prevede che lo “shipper” controlli la massa lorda complessiva dei container spediti via mare (esclusi i container spediti su chassis o rotabili su navi ro-ro per brevi viaggi). Lo shipper deve dichiarare il peso con lo “shipping document” con un congruo anticipo. Questo requisito non va a modificare il contratto di spedizione e i principi legali che lo riguardano, tranne che nei propositi della SOLAS nell’inserire il concetto di massa lorda complessiva che includa la tara del container.

Questa norma si fonda su due concetti fondamentali da tenere presenti per applicare il nuovo regolamento. “Shipper” indica la persona fisica o giuridica indicata sulla Polizza di Carico o altro documento di trasporto marittimo come shipper e/o colui il quale ha concluso, o in nome e per conto del quale è stato concluso, un contratto di trasporto con una compagnia di navigazione. “Shipping document” è il documento utilizzato dallo shipper per comunicare la VGM del container completato. Questo documento può essere parte delle istruzioni di carico per la compagnia di navigazione o una comunicazione separata, as esempio una dichiarazione contenente la massa certificata emesso da una stazione di pesatura.

Sono previsti da IMO due metodi per la verifica della massa complessiva. Il metodo 1 è il più semplice da capire ma probabilmente il più difficile da mettere in pratica. Il container deve essere pesato con uno strumento calibrato e certificato, dopo che tutte le merci siano state messe all’interno. Questo può essere fatto posizionando il container su un bilico a ponte o utilizzando un sistema di sollevamento.

Il secondo metodo permette di calcolare la massa complessiva del container usano il peso di ogni cosa vi sia stata messa dentro e aggiungendo la tara di quel container vuoto. Il metodo utilizzato per ricostruire la massa complessiva deve essere approvato e certificato dalle autorità competenti dello stato interessato. Come previsto fin dai primi momeni, il metodo 2 è il più diffuso in Europa, scelto da circa il 60% degli shipper.

Essendo trascorso il 1 luglio, con il senno di poi, possiamo vedere i principali problemi per gli shipper. L’argomento più critico è l’armonizzazione.

Il primo problema è nel regolamento stesso, infatti i diversi livelli e metodi di implementazione nei vari stati e nelle loro normative creano difficoltà. Il ritardato recepimento di alcuni stati ha fatto venire mali di testa agli shipper in attesa delle norme nazionali o di capire quanto succedesse a livello globale. Ad esempio, il metodo 2 è visto come difficile da applicare da alcuni shipper. Le diversità fra i vari paesi derivano anche dalla mancanza di un approccio comune. In alcuni casi anche il metodo 1 è visto come complesso da applicare per la mancanza di pese a ponte in alcune aree.

I nuovi requisiti contrattuali, poi, proposti da alcune aziende, principalmente spedizionieri, legati alla VGM sono molto variabili. Ognuna ha modalità o modulisitche da compilare diverse. Come esempio, si possono ricordare i differenti tempi limite per la dichiarazione che variano con la compagnia di navigazione. É facile vedere come ci sia un'evidente necessità di un allineamento fra le varie procedure applicate nel settore delle compagnie marittime.

Dal punto di vista operativo, il problema più grave per gli shipper è avere a disposizione la tara del container. Inserirla nella VGM è complicato perle difficoltà di avere questo dato e spesso dipende dal trasportatore scelto. Ancora una volta si vede come il cuore del problema è l'armonizzazione. Anche i vari diritti e extra costi che gli shipper devono affrontare sono un serio problema. Non si tratta di recuperare i costi di alcuni nuovi obblighi ma piuttosto di fare sì che il nuovo regolamento non sia causa, per gli shipper, di un modo di vedersi sottrarre quantità eccessive di denaro con tasse elevate.

Infine, sebbene le aziende conoscano bene i loro prodotti, hanno visto difficoltà a implementare i requisiti SOLAS nella gestione dei propri database interni.

Molte attività sono state messe in cantiere, a livello europeo, dalle associazioni di categoria e dalle aziende coinvolte per risolvere questo problema e raggiungere, se possibile, l’armonizzazione.

 

Forum

Cari Membri CECIP,

Come annunciato all’Assemblea Generale di Vienna, i documenti CECIP per i membri e i gruppi di lavoro verranno trasferiti ad un nuovo forum. Questa guida dovrebbe aiutarvi nella registrazione e nell’uso del Forum e facilitare la transizione.

1) 1) Registrazione
- Il Forum è raggiungibile con questo link
- Il processo di registrazione si attiva premendo il pulsante “Register”, evidenziato nel’immagine qui sotto:

- Si deve quindi accettare termini e condizioni del forum.
- Il passo successivo è l’inserimento di nome ed indirizzo di posta elettronica come indicato qui sotto:

- Al completamento di questo passo, riceverete una email. Un secondo messaggio viene mandato a CECIP con la richiesta di autorizzazione del vostro account. è quindi importane che indichiate esattamente il vostro cognome nel modulo di registrazione. Non potremo infatti identificare il vostro account e dovremo rifiutare l’accesso al forum. Nel caso desideriate che altre persone della vostra associazione prendano pare al Forum è necessario che informiate preventivamente informare CECIP per non bloccare questi account.
- Dopo l’attivazione da parte di CECIP, avrete accesso al Forum e alle pagine dedicate ai gruppi di lavoro di cui fate parte. Se non foste membri di un gruppo di lavoro il vostro account non ci darà accesso a queste parti che non appariranno nella pagina iniziale. Questa ha un aspetto simile a questo:

- Come ultimo passo, potete iscrivervi a tutte le sezioni delle quali volete essere aggiornati. Se vi iscrivete ad una di esse, riceverete automaticamente una e-mail ogni volta che venga caricato un nuovo documento o aggiunta un’altra informazione. Per questo, selezionate la sezione che vi interessa e quindi cliccate sul pulsante “Subscribe Forum” (in rosso nel’immagine seguente):


2) Come usare il Forum:
- La pagina iniziale è sempre l’indice del Board, come nella terza immagine sopra riportata. Come sopra ricordato, le sezioni visibili dipendono dalle impostazioni selezionate da CECIP come administrator.
- Dopo l’acceso ad una sezione, potrete vedere tutti i topic pubblicati. È possibile cercare un topic particolare o modificare l’ordine i cui vengono visualizzati i topic. Gli strumenti di ricerca sono evidenziati in rosso nell’immagine successiva below:

- Come utente registrato, avete la possibilità di iniziare un nuovo. Per questo basta cliccare il pulsante “New Topic” indicato anch’esso nell’immagine precedente. Arriverete così ad una schermata come questa:

- Vi chiediamo, aprendo un topic, di assicurarvi che il titolo sia scelto con cura e adatto perché gli altri membri possano rendersi conto dell’argomento. Come Administrator, il Segretario Generale può sempre decidere di spostare, modificare o cancellare un topic se lo ritenga necessario per un funzionamento migliore del Forum.
- Per rispondere ad un topic esistente, è sufficiente entrare in esso e poi cliccare sul pulsante “Post Reply”, in rosso nell’immagine successiva.

- CECIP può sempre decidere di cancellare le risposte inserite se queste sembrino non essere utili per mantenere il livello del Forum adeguato per funzionalità e collaborazione.

 

Barbara Morales torna nel ruolo di Segretaria Generale di CECIP



Come forse saprete Barbara Morales ha avuto la sua seconda bambina alla fine di novembre 2015 ed ha pertanto usufruito del periodo di maternità. Durante la sua assenza, il suo ruolo è stato coperto da Friedrich Trosse, dell’ufficio VDMA di Bruxelles con un contratto che è terminato alla fine di agosto 2016.

Nel frattempo Barbara ha confermato di voler rientrare nella posizione di Segretaria Generale di CECIP a Bruxelles a partire al mese di ottobre 2016. Sta organizzando il ritorno con le indispensabili attività di questo momento.

Vogliamo, da una parte, salutare Friedrich che ci ha lasciati alla fine di agosto. Si è inserito lo scorso anno molto rapidamente sostituendo Barbara nel modo migliore. Ha lavorato amenamente e attivamente come Segretario Generale aiutando sia tutti i membri che i gruppi di lavoro e il Board di CECIP. Ha dato il meglio di sé con l’organizzazione dell’Assemblea Generale di Vienna della quale tutti noi abbiamo ottimi ricordi. Voglio sinceramente ringraziare Friedrich per il suo grande contributo di questo anno ed augurargli i migliori successi per il proseguo della sua carriera.

D’altra arte voglio dare il bentornata a Barbara come Segretaria Generale. Grazie alla sua profonda conoscenza di CECIP potrà lavorare molto rapidamente così che l’impatto del cambiamento per tutti noi sarà minimo. Auguro a Barbara una grande ripartenza con CECIP e spero che supererà facilmente gli ostacoli pratici del suo ritorno.

Nel frattempo restano attivi i ben noti contatti per CECIP, quali barbara.morales.pascual@cecip.eu e info@cecip.eu o la linea telefonica +32 (0)2 706 8215

Per gli aggiornamenti potete visitare il nostro sito web www.cecip.eu

Con i miei migliori saluti,

Urs Widmer

Presidente di CECIP

 

Who is who nel Regno Unito

Le aziende

La United Kingdom Weighing Federation (UKWF)è un'associazione commerciale con 77 membri che copre la gran parte del mondo della pesatura in UK e un gran numero di piccole aziende spesso con struttura familiare. Le sue origini risalgono al secolo scorso come “London Association of Scale makers”.

Un direttivo di 10 membri che si riunisce vari volte all'anno per discutere e definire la politica associativa e decidere come gestire l'attività quotidiana della Federazione. La Federazione ha un segretario e un funzionario tecnico per portare a compimento le decisioni del direttivo.

UKWF offre ai soci supporto legale e tecnico relativo a un’ampia gamma di materie legislative e tecniche per aiutarli sia nei rapporti con le autorità che per lo sviluppo aziendale.

L’associazione si occupa anche dell’attività di lobby con i parlamentari e i dipendenti pubblici del Regno Unito, tenendo incontri periodici con le autorità politiche e i funzionari tecnici. Questa attività diventerà sempre più importante con l’uscita dal UE con le trattative connesse e per le relazioni che sostituiranno questa partecipazione.

UKWF è membro attivo di CECIP e presente in tutti i gruppi. Per ulteriori informazioni potete visitare. http://www.ukwf.org.uk

Organismi Notificati nel Regno Unito

Sono presenti tre organismo notificati che offrono la valutazione secondo l’Allegato 2 della Direttiva 2014/31 (Modulo D) SGS, BSI e NMO. La maggior parte delle aziende britanniche della pesatura si è rivolta a NMO per questo accreditamento. NMO si propone anche per le approvazioni del tipo per tutti gli strumenti per pesare secondo la 2014/31 e altri strumenti secondo la MID. NMO rappresenta UK in OIML e partecipa all’accordo MAA e può fornire servizi relativi alle raccomandazioni OIML, cme la R76 ai clienti di tutto il mondo.

La struttura per a sorveglianza del mercato.

Il National Measurement Office (NMO) è recentemente diventato un settore di un dipartimento britannico più ampio il cui nome è Regulatory Delivery (RD). Sua è la responsabilità della sorveglianza del mercato per tutti i settori, inclusa la metrologia legale. L’attività di sorveglianza è compito, nel Regno Unito, dei Dipartimenti locali per i pesi e le misure.

Le modalità di questa sorveglianza sono decise in accordo con i dipartimenti locali e secondo i progetti decisi dagli stati partecipanti al gruppo WG5 di WELMEC WG5. I risultati a livello nazionale sono pubblicati sui siti di RD e sono utilizzati come informazione del mercato negli anni successivi.

Le autorità metrologiche locali eseguono verifiche e controlli su tutti gli strumenti di pesatura e misurazione. Nel Regno Unito non è prevista la verifica periodica e quindi gli strumenti vengono controllati in modo casuale utilizzando un approccio basato sulla valutazione dei rischi.

 

Agenda

  • 19/09/2016 WELMEC Subgroup WG2-Modular Approach meeting a Göttingen (Germania)
  • 20-21/09/2016 WELMEC WG2 meeting a Göttingen (Germania)
  • 22/09/2016 Subgroup Euramet AWIcal meeting a Göttingen (Germania)
  • 27/09/2016 ICG meeting a Bruxelles (Belgio)
  • 28/09/2016 LMG meeting a Bruxelles (Belgio)
  • 17-21/10/2016 CIML meeting a Strasburgo (Francia)
  • 19-20/10/2016 15a Conferenza Internazionale e 51o meeting OIML a Strasburgo (Francia)
  • 25-26/10/2016 WELMEC WG7 meeting a Varsavia (Polonia)
  • 31/10/2016 BTG meeting (teleconferenza)
  • 8-9/11/2016 WELMEC WG5/ADCO MI meeting a Lubiana (Slovenia)
  • 7/12/2016 ICG meeting a Amsterdam (Olanda)
  • 8/12/2016 Board meeting a Leusden (Olanda)
  • 9/12/2016 website meeting a Leusden (Olanda)
  • 11/01/2017 BTG meeting a Bruxelles (Belgio)
  • 12/01/2017 wgMI meeting a Bruxelles (Belgio)

 

© 2009 - CECIP